NASCONDERSI PER ORGOGLIO. La falsa modestia: Manzoni VS Rowling

di Federica e Giulia
(V ginnasio, sez. E)

Vi è mai capitato di non saper come comportarvi di fronte ad un complimento ricevuto? Non è rara la reazione di sminuirlo per accrescere ancora più il valore del gesto compiuto: siamo di fronte a un esempio di falsa modestia.
Questo accade sia per Alessandro Manzoni nei Promessi Sposi sia per la scrittrice contemporanea Joanne Rowling, la cui fama è legata alla saga di Harry Potter .
Il 3 novembre 2013 è uscito sul Corriere della Sera un articolo a cura di Donato Carrisi che ha particolarmente attirato la nostra attenzione. L’articolo parla di un evento che coinvolge la celeberrima scrittrice Rowling, capace di diventare Robert Galbraith, il presunto autore di “ Il richiamo del Cuculo”. Il libro oltre alla trama letteraria offre un discusso fatto di cronaca relativo all’esistenza dell’autore e il mistero è racchiuso in quel nome stampato in copertina, “Robert Galbraith”. Sarebbe questo infatti lo pseudonimo dietro al quale la famosa scrittrice trova rifugio. In effetti prima che la reale identità di Robert fosse svelata, facendo impennare i ricavati del romanzo, le copie vendute arrivavano a stento a 1500, ma a seguito della grande rivelazione, il libro ha iniziato a dominare le classifiche di America e Inghilterra. Perché tutto questo? È stata solo un’operazione di marketing come sostengono i maligni o, stando a ciò che afferma l’autrice, solo un modo per lasciare libera la storia dal suo prestigioso nome? O forse si tratta proprio di un esempio di falsa modestia?
La falsa modestia è dunque la capacità di apparire (falsamente) timidi, mentre spieghiamo quanto siamo bravi, oppure è la specializzazione in “excusationes non petitae” (scuse non richieste), le quali significano esattamente ciò che si vuol negare.
È proprio questo l’espediente utilizzato dal Manzoni nell’introduzione ai Promessi Sposi in cui finge di aver trovato un manoscritto secentesco di un autore anonimo, proponendolo da un lato come un “documento storiografico”, che serve ad attestare la veridicità e l’attendibilità della vicenda narrata e dunque a coinvolgere la fiducia del lettore, dall’altro sfruttandolo in modo da creare un duplice piano prospettico: quello relativo alla vicenda narrata (della quale è responsabile l’Anonimo, che svolge il “filo della storia”) e quello della riflessione critica su di essa (della quale è responsabile l’“editore”, cioè il Manzoni stesso, che tante volte interrompe quel filo e dà spazio a varie forme di commento).
Questa scelta è legata ad uno stile particolarmente in voga in quel periodo, ma finalizzato ad esaltare il talento dell’autore che si nasconde dietro la falsa modestia.
Per venire agli esempi in cui compaiono accenni alla falsa modestia, vale la pena citare i seguenti passi.
Veduta la qual cosa, abbiamo messo da parte il pensiero per due ragioni che il lettore troverà certamente buone: la prima, che un libro impiegato giustificarne un altro, anzi lo stile di un altro, potrebbe parer cosa ridicola: la seconda, che di libri basta uno per volta quando non è d’avanzo” (Introduzione).
Però alla mia debolezza non è lecito sollevarsi a tal’argomenti” (Introduzione).
Persino ora i miei venticinque lettori che impressione dovesse fare sull’animo del poveretto quel che s’è raccontato” (Cap. 1).
Alla domanda inizialmente proposta (Vi è mai capitato …?) che abbiamo volutamente lasciato in sospeso, ora replichiamo: la falsa modestia, nonostante interessi personalità cronologicamente distanti, rimane comunque una tematica attuale e immortale.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...