BELLEZZA

di Silvia e Livia (IV ginnasio, sez. H)

Essere belli nella vita aiuta? Sinceramente sì. Lasciando ogni sorta di moralismo a casa direi di sì, e non penso di avere torto. E voi invece, che ne pensate?
La bellezza non sarà tutto, ma, come diceva il famoso detto: “Anche l’occhio vuole la sua parte”. Alla faccia dei modi di dire e della bellezza interiore.
E’ oggettivamente palese che essere belli, specialmente al giorno d’oggi, è un pregio fisico che aiuta molto sia negli studi, che nel lavoro, che nei rapporti relazionali. La domanda che allora ci viene spontanea è : “E’ giusto che sia così?!”. Capita spesso che non solo la bellezza, quanto l’impressione complessiva dell’aspetto esteriore della persona, specialmente a primo impatto, influenzino coloro che non ci conoscono e ci aiutino positivamente o negativamente. Anche le persone più oggettive e professionali a volte, inconsciamente, tendono a favorire una persona più che un’altra nell’apprezzamento implicito del suo bell’aspetto. Al giorno d’oggi viviamo in una società che si basa troppo sull’esteriorità e sull’apparire e che all’origine manca di principi, che una volta invece erano presenti. Ormai è più importante sembrare che essere, tutto risulta così superficiale che essere belli è già un biglietto da visita necessario per avere un buon lavoro, far parte di un bel gruppo di amici, riuscire a piacere alla persona che ci interessa. E’ facile capire che essere belli nella vita aiuta. Tutto va reputato in base alla persona che ci troviamo di fronte ; se ci facessimo meno abbagliare dalla bellezza e prima di tutto cercassimo di conoscere veramente chi abbiamo davanti, questo non accadrebbe. Perché non provare a correggere questa visione sbagliata a partire da noi stessi, andando contro questa invisibile ma diretta venerazione della bellezza che ci impongono giornali e televisioni? Tentar non nuoce”.

(Corriere della Sera, 13 ottobre 2011)

Questo interessante articolo, trovato nel web, sostiene che la bellezza esteriore sia la nostra “Carta d’identità” perché, chi non ci conosce, a primo impatto ci giudica, anche inconsciamente, basandosi solo sul nostro aspetto fisico. L’autore di questo testo dice anche che: “Al giorno d’oggi viviamo in una società che si basa troppo sull’esteriorità e sull’apparire e che all’origine manca di principi che una volta invece erano presenti”.
Ecco, “una volta”, può essere inteso come parecchio tempo fa, quando Victor Hugo, nel 1800, scriveva: “Nessuna grazia esteriore è completa se non è compenetrata e vivificata dalla bellezza interiore. La bellezza dell’anima si diffonde come una luce misteriosa sulla bellezza del corpo”.
Oppure quando, nel 1991, veniva creato il film “La Bella e la Bestia”, di cui una delle frasi più famose è: “Perché la vera bellezza si trova nel cuore”.
Queste due frasi, la prima tratta da un libro e l’altra da un film, vogliono farci capire che una persona non è completamente bella se possiede solamente una bellezza esteriore, infatti ciò che mette più in luce un bel corpo è la bellezza dell’animo.
Con “una volta” però si può parlare anche di tanto tempo fa, fino all’epoca degli antichi Greci. In particolare loro ritenevano che un individuo, meglio parlare di “eroe”, dovesse essere sia “kalòs” che “agathòs”. Questi due termini della lingua greca, che significano rispettivamente “bello” e “valoroso”, costituiscono il concetto della “kalokagathìa”, fondamentale nel mondo omerico. Infatti nell’Iliade Omero non si sofferma mai sulla descrizione dell’aspetto esteriore dell’eroe, perché gli basta dire che sono “belli, nobili e valorosi”; invece, quando viene introdotto il personaggio di Tersite, l’autore specifica la bruttezza e la deformità del soldato. Secondo la concezione omerica, un corpo deforme e brutto a vedersi può solo contenere uno spirito vile e meschino, indegno di considerazione:
Gli altri dunque sedettero e rimasero sui sedili: soltanto Tersite tumultuava ancora, parlatore senza misura, che nel suo animo molte e sconvenienti parole conosceva, temerariamente e senza ritegno per contendere con i re, e qualunque cosa gli sembrasse esser motivo di ridicolo per gli Achei; ed era il più turpe che fosse venuto sotto Ilio: storto era e zoppo da un piede e le spalle aveva gibbose, strette sul petto, e in cima aguzzo il cranio e rada peluria vi cresceva. Inimicissimo era soprattutto ad Achille e ad Odisseo e con essi soleva insolentire: e allora contro il divino Agamennone con acute grida prese a dire ingiurie, e con lui gli Achei violentemente sdegnati si adirarono nel cuore” (Iliade, II, 95 segg.).
In corrispondenza con ciò, nell’articolo si trova una frase che dice: “Ormai è più importante sembrare che essere, tutto risulta così superficiale che essere belli è già un biglietto da visita necessario per avere un buon lavoro, far parte di un bel gruppo di amici, riuscire a piacere alla persona che ci interessa”. Questo significa che le persone non dotate di un bell’aspetto godono di una minore considerazione rispetto alle altre, come Tersite rispetto agli altri Achei:
Così disse: e con lo scettro sul dorso e sulle spalle colpì; e quello si curvò e gli caddero copiose lacrime; e una bozza sanguinante gli venne fuori sul dorso sotto il colpo dell’aureo scettro. E quello sedette impaurito, dolente e guardando stupito si deterse le lacrime; gli altri invece, pur addolorati, risero lieti su di lui, e così ognuno diceva guardando al compagno vicino:- Certo, innumerevoli nobili azioni fece Odisseo trovando buoni consigli e apparecchiando la guerra; ma questa, ora, è la cosa migliore che ha fatto fra gli Argivi, facendo tacere questo ingiurioso offensore: e non certo altra volta ancora il cuore audace lo spingerà ad insultare i re con parole oltraggiose-” (Iliade, II, 265 segg.).
In conclusione, anche i Greci avevano i loro pregiudizi però ritenevano la bellezza interiore importante tanto quanto quella esteriore. Dovremmo perciò emularli e cercare di vivere in un mondo dove non si giudica solo dalle apparenze.

 

Annunci

One thought on “BELLEZZA

  1. Lavinia Ventanni ha detto:

    Cara Livietta e Silvietta che dire …. Avete fatto proprio un lavoro geniale in un momento in cui la bellezza conta molto nella societá !!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...